Cappelle di San Giovanni, del SS Rosario e del Carmine

 

 

chiesa visitazione beata vergine

 

 

Cappella di San Giovanni

 

Giuseppe Fiore nel suo "Vicende storiche di Rocca Imperiale e del suo Castello" ne parla come della più antica tra le piccole cappelle intramoenia di Rocca Imperiale, facendola risalire al 1400. I Gerosolimitani, che la fecero edificare dedicandola a San Giovanni Battista, appartenevano allo stesso ordine degli "Ospitalieri" che diffusero una fitta rete di ospizi in Europa, tra cui nel XIV secolo, quello di Rocca Imperiale.

 

Cappella del SS. Rosario

 

Molto probabilmente fu costruita negli ultimi decenni del XVI secolo, poiché il culto della Madonna del Rosario ebbe impulso da quando Pio V nel 1573 istituì la festa liturgica da celebrarsi il 7 Ottobre, data della vittoria cristiana sui Turchi a Lepanto (1571). Nel 1776 risulta esservi anche l'altare dedicato a San Francesco di Paola. All'interno si possono ammirare statue lignee settecentesche quasi certamente di scuola Napoletana: San Francesco di Paola, San Pasquale Baylon, San Domenico e San Vincenzo Ferrer. Sull'altare maggiore la bellissima statua seicentesca della Madonna del Rosario, con il suo sguardo ieratico.

  

 

Cappella del Carmine

 

Non si dispongono documenti relativi alla sua costruzione, questa piccola cappella fu presumibilmente edificata nei primi decenni del 1600. Oggi si presenta decorato con stucchi policromi solo l'altare maggiore, nella nicchia sovrastante la statua della Madonna del Carmine.

 

 

Condividi: